TERRITORIO

Cosa fare a Marina di Camerota


TERRITORIO

Cosa fare a Marina di Camerota

A Marina di Camerota è quasi impossibile annoiarsi, l’estate offre infatti un caleidoscopio di eventi, manifestazioni e celebrazioni 
Dal 1997 a giugno si tiene il “Meeting del Mare” una grande manifestazione musicale, patrocinata dall’Assessorato al Turismo e alle Politiche giovanili del Comune di Camerota e dalla Regione Campania.  L’evento più sentito è la Festa di San Domenico, patrono della città, che si tiene nel mese di agosto.Per l’occasione il paese si riempie di mercatini e concerti, la serata culmina con un magnifico spettacolo pirotecnico sul mare. Sempre ad agosto, si celebra la Festa di San Lazzaro, un corteo di barche di pescatori, si recano alla chiesetta omonima nei pressi del magnifico porto naturale degli Infreschi. Le celebrazioni hanno inizio con la partenza delle barche dal porto di Marina di Camerota e terminano con la caratteristica processione delle barche e la benedizione del mare e dei natanti.


A Marina di Camerota è quasi impossibile annoiarsi, l’estate offre infatti un caleidoscopio di eventi, manifestazioni e celebrazioni 
Dal 1997 a giugno si tiene il “Meeting del Mare” una grande manifestazione musicale, patrocinata dall’Assessorato al Turismo e alle Politiche giovanili del Comune di Camerota e dalla Regione Campania.  L’evento più sentito è la Festa di San Domenico, patrono della città, che si tiene nel mese di agosto.Per l’occasione il paese si riempie di mercatini e concerti, la serata culmina con un magnifico spettacolo pirotecnico sul mare. Sempre ad agosto, si celebra la Festa di San Lazzaro, un corteo di barche di pescatori, si recano alla chiesetta omonima nei pressi del magnifico porto naturale degli Infreschi. Le celebrazioni hanno inizio con la partenza delle barche dal porto di Marina di Camerota e terminano con la caratteristica processione delle barche e la benedizione del mare e dei natanti.


Le Spiagge rappresentano la principale attrazione di questa rinomata località.
Di sabbia bianca, in parte occupate da stabilimenti balneari e in parte libere. Una menzione speciale merita la spiaggia di Cala Bianca. Gli utenti che hanno partecipato al sondaggio online "La più bella sei tu", indetto da Legambiente, l’hanno votata come la spiaggia più bella d’Italia del 2013. E' un vero paradiso terrestre.
Un'altra tra le spiagge più belle d’Italia, un’insenatura di un azzurro cristallino è la baia degli Infreschi. Per scoprirla si può affittare un gozzo, una barca a vela o in alternativa è raggiungibile dal sentiero a piedi che parte dalla spiaggia di Lentiscelle.
Fra baie, calette nascoste e anfratti accessibili solo dal mare, come la grotta degli Innamorati o la grotta del Pozzallo. Si può uscire in mare anche di notte e partecipare a una lamparata (pesca notturna seguita da cena a bordo)E ci sono anche varie organizzazioni per fare snorkeling.


Le Spiagge rappresentano la principale attrazione di questa rinomata località.
Di sabbia bianca, in parte occupate da stabilimenti balneari e in parte libere. Una menzione speciale merita la spiaggia di Cala Bianca. Gli utenti che hanno partecipato al sondaggio online "La più bella sei tu", indetto da Legambiente, l’hanno votata come la spiaggia più bella d’Italia del 2013. E' un vero paradiso terrestre.
Un'altra tra le spiagge più belle d’Italia, un’insenatura di un azzurro cristallino è la baia degli Infreschi. Per scoprirla si può affittare un gozzo, una barca a vela o in alternativa è raggiungibile dal sentiero a piedi che parte dalla spiaggia di Lentiscelle.
Fra baie, calette nascoste e anfratti accessibili solo dal mare, come la grotta degli Innamorati o la grotta del Pozzallo. Si può uscire in mare anche di notte e partecipare a una lamparata (pesca notturna seguita da cena a bordo)E ci sono anche varie organizzazioni per fare snorkeling.


Tra le cose da vedere a Marina di Camerota bisogna includere anche il suo centro storico che ha una particolarità: il borgo marinaro si è mantenuto intatto, fatto di stradine che proseguono con ponti e scalinate, e vicoli che passano sotto a suggestivi ponti e arcate. Stradine che si incrociano a piazza San Domenico e poi proseguono verso il mare.
Camerota, la città alta In collina, a sette chilometri dal mare e dalla Marina, è la città alta di fondazione greca che merita assolutamente una visita: il borgo arroccato e panoramico è un gioiello. E poi in piazza Vittorio Emanuele III c’è il castello medievale 


Tra le cose da vedere a Marina di Camerota bisogna includere anche il suo centro storico che ha una particolarità: il borgo marinaro si è mantenuto intatto, fatto di stradine che proseguono con ponti e scalinate, e vicoli che passano sotto a suggestivi ponti e arcate. Stradine che si incrociano a piazza San Domenico e poi proseguono verso il mare.
Camerota, la città alta In collina, a sette chilometri dal mare e dalla Marina, è la città alta di fondazione greca che merita assolutamente una visita: il borgo arroccato e panoramico è un gioiello. E poi in piazza Vittorio Emanuele III c’è il castello medievale 


Altro punto di interesse storico di Marina di Camerota sono le “cosiddette torri del telegrafo” o “saracene”. Disseminate lungo un vastissimo litorale erano delle torri di avvistamento poste in punti strategici: la torre dell’Isola, la torre del Poggio e la torre Zancale. Da non perdere è anche villa Mariosa: opera di un architetto francese, è composta da due torri affiancate, affaccia direttamente sugli scogli, con una piccola scalinata che arriva fino al mare. Nel territorio di Marina di Camerota si trova un autentico tesoro naturale rappresentato dalle grotte paleontologiche: risalenti all’età della pietra, a loro interno sono stati ritrovati importanti reperti archeologici. Tra le grotte più famose ci sono grotta del Pesce, grotta dell’Autaro, grotta Caprara, Grotta sepolcrale o del Poggio, grotta di Manfregiudice, grotta della Serratura, grotta della Cala o dell’Uomo preistorico, il riparo del Poggio o nicchia Gamba. 


Altro punto di interesse storico di Marina di Camerota sono le “cosiddette torri del telegrafo” o “saracene”. Disseminate lungo un vastissimo litorale erano delle torri di avvistamento poste in punti strategici: la torre dell’Isola, la torre del Poggio e la torre Zancale. Da non perdere è anche villa Mariosa: opera di un architetto francese, è composta da due torri affiancate, affaccia direttamente sugli scogli, con una piccola scalinata che arriva fino al mare. Nel territorio di Marina di Camerota si trova un autentico tesoro naturale rappresentato dalle grotte paleontologiche: risalenti all’età della pietra, a loro interno sono stati ritrovati importanti reperti archeologici. Tra le grotte più famose ci sono grotta del Pesce, grotta dell’Autaro, grotta Caprara, Grotta sepolcrale o del Poggio, grotta di Manfregiudice, grotta della Serratura, grotta della Cala o dell’Uomo preistorico, il riparo del Poggio o nicchia Gamba. 



icona_contatti

Semplicità ed eleganza per farti sentire al centro della tua vacanza.

icona_contatti

Semplicità ed eleganza per farti sentire al centro della tua vacanza.

Apri chat
Hai bisogno d'aiuto?
Ciao!
Come possiamo aiutarti?